Premio “G.Merli”

Premio per l’Ambiente G. Merli 2019

 

MOTIVAZIONI PREMI

Il Premio per l’Ambiente ‘Gianfranco Merli’ 2019 viene conferito alla
Dottoressa Alessandra Stefani per l’instancabile e ampia attività di divulgatrice dei temi naturali e ambientali.
Già docente di materie tecnico/scientifiche proprie del campo ambientale, naturalistico, paesaggistico in particolar modo legato alle problematiche boschive, da Vice Capo del Corpo Forestale dello Stato ha svolto nel tempo attività di tutela ambientale dedicandosi a studi di prevenzione del nostro patrimonio boschivo, in particolare alla difesa dagli incendi e i relativi effetti ecologici. Un impegno che affronta quotidianamente, al vertice dell’autorità forestale nazionale, con crescente responsabilità nella sua qualità di Direttore Generale delle Foreste del competente Ministero.

Il Premio per l’Ambiente ‘Gianfranco Merli’ 2019 viene conferito alla
Professoressa Margherita Ferrante per l’intensa attività svolta in lunghi anni di lavoro sulle tematiche ambientali particolarmente legate alla salute con specifico impegno di Direttore presso l’Università di Catania del laboratorio di Igiene Ambientale e degli Alimenti, organismo che opera nella ricerca tecno/scientifica a livello internazionale.Direttore del Centro di Ricerca Interdipartimentale per l’Implementazione dei sistemi di Acquacoltura e Biorisanamento e in qualità di Membro della Task-Force Ambiente e Salute del Ministero della Salute ha offerto alla comunità scientifica una vasta documentazione attraverso seminari, convegni e pubblicazioni di numerosi studi e ricerche. In particolare ha coordinato l’attività scientifica sulla ricerca di nano e microplastiche nelle acque e negli alimenti, brevettando il primo metodo al mondo che consente di quantificare il numero di nano e microplastiche e realizzando un importante studio con la prima stima dell’introduzione di microplastiche con la dieta, riconosciuto dalla comunità scientifica internazionale e pubblicato da importanti riviste del settore, tra le quali Water Research Journal.

Il Premio per l’Ambiente ‘Gianfranco Merli? 2019 viene conferito a S.E.Monsignor Domenico Pompili nella sua qualità di cofondatore della “Comunità Laudato si’” tesa a valorizzare l’idea di un’ecologia integrale per l’Uomo e la Madre Terra.
Sulle indicazioni dell’omonima Enciclica, Domenico Pompili  è impegnato a trasmettere il senso di un movimento di pensiero e di azione  capace di diffondere le idee e le pratiche auspicate da Papa Francesco.
La distruzione del pianeta genera ingiustizie e il richiamo alla creazione è il momento alto che il vescovo di Rieti nella sua costante azione di pastore pone all’attenzione dei governi e degli uomini, confidando sempre più sulla solerte risposta positiva dei giovani.

Il Premio per l’Ambiente “Gianfranco Merli” 2019 viene conferito al
professor Stefano Mancuso per aver posto con tenacia alla nostra attenzione interrogativi inaspettati: Le piante possiedono sensi sviluppati? Provano emozioni? E le  risposte che ha dato, nella sua specifica attività professionale di Dirigente del Laboratorio  Internazionale di Neurobiologia vegetale, hanno sviluppato una passione, in specie fra i giovani, a pensare le piante in modo nuovo considerandole non solo per quello che hanno da offrirci, ma per quello che possono insegnarci.
Attraverso la Comunità Laudato Si’, ha lanciato la campagna ‘Un albero in più’ suscitando una vasta eco
e una sensibilità ecologica nei giovani, sempre più sensibili a considerare l’uomo parte e non padrone della natura.

 

Il Premio per l’Ambiente ‘Gianfranco Merli’ 2019 viene assegnato al
dottor Carlo Petrini per la determinata insistenza con la quale ricorda lo sfruttamento della nostra Madre Terra e l’errato modello produttivo che genera disuguaglianze, siccità, perdita di biodiversità.
L’attività umana che non tiene in considerazione i limiti delle risorse e l’equità sociale è al centro del pensiero di Carlo Petrini impegnato, attraverso l’azione della Slow Food che dirige da alcuni decenni, nella meritoria lotta per la salvaguardia del cibo.

Il Premio anche per il sempre presente richiamo ai problemi del cambiamento climatico strettamente legato alla presenza e alla salute dei nostri boschi e delle nostre piante sottolineato ora dalla Comunità Laudato si’ ha cui a concesso la sua adesione.

Il Premio per l’Ambiente ‘Gianfranco Merli’ viene conferito al Dr. Franco Iseppi per la proficua attività svolta nel decennio della sua Presidenza del Touring Club Italiano e per il rinnovato impegno per il prossimo decennio per il quale annuncia una decisa azione di rilancio al  fine di riaffermare quella posizione di autorevole protagonista e di credibile centro propulsivo del turismo che ha meritatamente lungamente ricoperto. Alla soglia dei suoi 120 anni di vita del TCI, il programma del Presidente Iseppi annovera l’intenzione di sviluppare un turismo capace di incidere sempre più nel tessuto culturale ed economico del paese attraverso una maggiore attenzione alle problematiche culturali, ambientali, naturali e paesaggistiche  racchiuse tra le pieghe del nostro variegato territorio troppo spesso sottovalutate.

 

        

 

 

Premio per l’Ambiente G. Merli 2018

Sono stati assegnati a Roma i Premi per l’Ambiente “Gianfranco Merli” nell’ambito del Convegno Nazionale Cibo per l’uomo: Antropologia e Religiosità promosso dal Movimento Azzurro in occasione dell’anno che i Ministeri dei Beni Culturali e Ambientali e dell’Agricoltura hanno dedicato al cibo.
Per essersi particolarmente distinti in attività a favore dell’ambiente e con riferimento al cibo sono stati premiati: Eataly, per aver realizzato una grande catena alimentare unendo l’impegno di molteplici realtà produttive nazionali orientate a riaffermare anche all’estero il valore dei prodotti italiani;

Overland:  la scoperta degli angoli più remoti della terra,  uno spaccato antropologico planetario che ha unito uomini e ambiente, avventura, tecnologia e solidarietà;

la rivista Borghi Magazine:  per l’ impegno teso al potenziamento dell’informazione offrendo  una nuova chiave culturale e turistica per il nostro paese attraverso la valorizzazione delle nostre qualità enogastronomiche;

la Signora Daniela Boscarino: per aver promosso numerose iniziative di protezione ambientale, coinvolgendo  in Sicilia un vasto numero di persone interessate e di  giovani volontari,  in concrete azioni di tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale, naturalistico e culturale in particolare della città di Modica e della regione Iblea .

Relatori al Convegno,  anch’essi premiati col Premio  Nazionale dell’Ambiente,  i docenti  Ernesto Di Renzo dell’Università Tor Vergata di Roma  per la vasta attività pubblicistica e comunicazione orientata all’antropologia nell’ambito della quale spiccano in particolare studi “sul campo” inerenti l’alimentazione e i rapporti cultura-ambiente-società;  e Gaspare Mura delle Università Urbaniana  e  Lateranense, per l’impegno rivolto con passione a delineare una visione della vita dell’uomo in una prospettiva filosofica capace di recuperare alla società principi di giustizia e solidarietà.

Sono intervenuti al Convegno Il Presidente nazionale del Movimento Azzurro Rocco Chiriaco il quale si è soffermato sull’attualità dei principi ispiratori dell’ Associazione Ambientalista  e sulle iniziative realizzate a trent’anni dalla sua nascita; inoltre ha commemorato  a 20 anni dalla morte, la figura del fondatore Gianfranco Merli , cui è dedicato il Premio nazionale per l’Ambiente, firmatario dell’omonima legge che ha rappresentato il  primo provvedimento legislativo organico approvato in Italia per la difesa delle acque.

A conclusione dell’incontro, a cura di Dante Fasciolo presidente dell’Accademia del M.A., presentazione del libro “E’ Abruzzo…bellezza!” con un focus sul cibo tipico dell’Abruzzo, e inaugurazione della Mostra d’Arte sul Cibo presso la Galleria La Pigna di Palazzo Maffei-Marescotti, cui hanno aderito affermati artisti di tutta Italia.

 

 

 

 

 

Avviso-di-concorso-2017-Anno-dei-borghi

Premio per l’Ambiente 2017

Assegnati dal Movimento Azzurro

Il conferimento dell’annuale “Premio per l’Ambiente ‘Gianfranco Merli’” del Movimento Azzurro si è svolto a Roma alla presenza di un folto pubblico particolarmente interessato alle problematiche ambientali, e ai membri della Direzione del Movimento, i sigg. : Rocco Chiriaco Presidente Nazionale, Nello Russo vicepresidente, Alberto Ferrari Segretario Generale, Giovanni Barbagallo Segretario Amministrativo, i consiglieri Frido Guadagni, Salvatore Iorio, Lorenzo Scavone, Salvatore Perrone.

Premi per l'Ambiente 2017Premi per l'Ambiente 2017

Nelle Relazioni Introduttive, Dante Fasciolo Presidente dell’Accademia del Movimento ha illustrato i criteri dell’assegnazione dei Premi, mentre il Presidente Rocco Chiriaco ha sottolineato il percorso del Premio stesso e il perché ha inteso seguire nelle sue linee generali le indicazioni riferite all’ “Anno dei Borghi”, promulgato per il 2017 dal Ministero delle Attività Culturali e del Turismo; e all’ Anno del Turismo Sostenibile per lo Sviluppo, promulgato dalle Nazioni Unite.

Premi per l'Ambiente 2017Premi per l'Ambiente 2017

I Premi per l’Ambiente sono stati i seguenti: come prassi, il primo viene assegnato in riconoscimento di iniziative tese all’informazione a alla divulgazione ambientale, e in questo senso quest’anno è stato assegnato alla rivista “Natura” che salda l’impegno della precedente componente del Corpo Forestale Italiano confluita nel Corpo dei Carabinieri Ambientali che ha dato nuovo slancio alla rivista moltiplicandone tiratura e diffusione inserendola nel novero delle riviste dell’Arma.
A ritirare il Premio è intervenuto il Generale di Brigata Maurizio Stefanizzi che ha sottolineato l’impegno dei Carabinieri nel settore dell’informazione e della comunicazione particolarmente attenta alla sicurezza, tutela e salvaguardia del mondo animale e vegetale; accanto al Generale anche il Capitano Stefano Cazora, Direttore Responsabile della rivista “Natura” della quale ha illustrato prerogative e processi editoriali.

Premi per l'Ambiente 2017

Proseguendo nei riconoscimenti, la scelta si è concentrata sulla realizzazione della Pista Ciclabile dell’Arno, che costeggia per 270 chilometri il fiume praticamente dalla sorgente alla foce.
La Pista Ciclabile è stato anche uno dei punti focali della Mostra “Il mio Borgo, lo racconto, lo fotografo, lo dipingo” opportunamente allestita come testimonianza, poiché lambisce territori ambientalmente interessanti, decine di borghi protagonisti della realizzazione stessa, e al contempo è risposta concreta alle indicazioni dell’Anno Internazionale del Turismo Sostenibile per lo Sviluppo.
La stretta relazione tra tessuto ambientale, borghi, eco-compatibilità del turismo e del tempo libero ha permesso di assegnare i Premi del Movimento Azzurro al Dottor Luca Santini, Direttore del Parco delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna da dove nasce l’Arno , e che ha ottenuto in questo 2017 il riconoscimento dell’Unesco per la particolare attenzione e cura del Bosco Sassofratino, al contempo territorio che comprende alcuni dei borghi interessati alla pista ciclabile e alla cui Unione è andato il Premio dell’Ambiente nella persona della Presidente Dott.ssa Valentina Calbi , cosi’ come premiato è anche stato il Dottor Vincenzo Ceccarelli, Assessore alla mobilità della Regione Toscana promotrice dell’intero progetto; altro premio è andato al Dott. Nicolò Caleri, Sindaco di Pratovecchio/Stia sede della ciclabile, per aver predisposto con particolare cura il luogo della “partenza/arrivo” della ciclabile in terra Toscana.

Premi per l'Ambiente 2017Premi per l'Ambiente 2017

Infine un Riconoscimento è andato al Dottor Luigi Musacchia, Presidente dell’ Associazione Sportiva Libertas, in particolare per l’ accentuata attività degli sport plein air rivolta soprattutto ai giovani.
Presente anche il Segretario Nazionale dell’Associazione Ambientevivo, Dottor Gianni Lattanzio testimone di un impegno costante di attenzione all’ambiente nella più vasta accezione.
Alcune fasi del Convegno e della Premiazione sono state opportunamente accompagnate da interventi al pianoforte del M° Stefano Benassi.

 

 PREMIO MERLI 2016 CAMERA DEI  DEPUTATI – ROMA     

Comunicato-premio-merli-2016

Premio-merli-2016-relazione-convegno

Programma-premio-merli-2016

 monte-citorio-88 monte-citorio-102

 

 monte-citorio-101 monte-citorio-100 monte-citorio-99 monte-citorio-97 monte-citorio-91 monte-citorio-89 monte-citorio-88 monte-citorio-87 monte-citorio-83 monte-citorio-63 monte-citorio-52 monte-citorio-48 monte-citorio-42 monte-citorio-37 monte-citorio-33 monte-citorio-30 monte-citorio-20 monte-citorio-17 monte-citorio-12 monte-citorio-10 monte-citorio-9 monte-citorio-7 monte-citorio-4 monte-citorio-3

Premio Merli 2015

Premio Merli 2007

Premio Merli 2006

Premio Merli 2004

Premio Merli 2002

Premio-merli-2001

Premio-merli-2000